zoom

About

Le lavorazioni più pregiate, la cura maniacale del dettaglio, lo sviluppo continuo delle forme, la sperimentazione di trattamenti e finiture particolari, la ricerca tecnica, la messa a punto di nuovi pellami, la formazione continua di nuove maestranze: questa è l’essenza stessa di Premiata.

Innovare l’azienda nel rispetto della tradizione di famiglia. Dal 1885 il “saper fare” ha guidato l’evoluzione del prodotto. L’iniziale artigianalità del “fatto a mano” si è evoluta nel tempo con l’utilizzo delle più moderne tecnologie. Una sola cosa non è mai cambiata ed è la ricerca della qualità Made in Italy. Inventare percorsi nuovi è frutto di un’anima creativa che dà più valore alle proprie visioni che alle ragioni del mercato. Proprio questa espressione creativa rende Premiata unica e difficilmente catalogabile.


Crediamo che la vita sia un percorso anomalo e meraviglioso, che mai si ripete. Crediamo nella diversità come lusso e bellezza allo stato primordiale, opportunità per l’uomo e necessità per la natura.

Siamo convinti che l’istinto di essere “ciò che si è”, sia più importante della ragione e della conformità alla norma. Ma soprattutto siamo fermamente certi che la normalità non esista, che non ci sia nulla di sbagliato nell’essere diversi e che ci sia una sola forma dell’essere veri, quella della difformità.

Abbiamo saggiato gli orizzonti della normalità e provato a fare le cose come ci dicevano che dovessero essere fatte. Il risultato? Ci siamo annoiati terribilmente. Per questo motivo nel fondare PREMIATA abbiamo deciso di essere semplicemente noi stessi: anomali, eclettici, istintivi e senza regole. Con una sola consapevolezza in fondo al nostro cuore: qualsiasi cosa avessimo deciso di essere, non sarebbe mai stata sbagliata, ma semplicemente diversa.

Non chiedeteci quindi collezioni pensate secondo le norme del lusso. Non chiedeteci di stare alle regole della moda, perché non lo faremo. Provate piuttosto a prendere quel tanto di vero che abbiamo da dirvi e cercate di farlo vostro, se credete. Perché, se ci pensate bene, l’essere anomali è qualcosa di unico e prezioso ed è proprio rimanendo fedeli alla propria singolarità che si costruisce la strada verso il domani

Graziano Mazza

Uso dei cookie

Utilizziamo i nostri cookie e quelli di terzi per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi, analizzando la navigazione nel nostro sito Web. Se continui a navigare significa che accetti di utilizzarli.
Per ottenere maggiori informazioni o sapere come cambiarne la configurazione cicca qui.

Accetta